I Buoni Pasto cambiano nel 2020: se non sai come usarli, rischi che siano imponibili!

Il Buono Pasto è uno strumento molto utilizzato dalle aziende grazie alla sua non imponibilità fiscale e contributiva. Il buono pasto può avere differenti obbiettivi per la tua azienda, almeno fino ad oggi di mettere a disposizione dei tuoi lavoratori: un servizio di ristorazione alternativo alla mensa aziendale; una mensa esterna presso apposite strutture; una indennità sostitutiva della mensa, riconosciuta in assenza del servizio mensa o corrisposta quando il lavoratore non si avvale del servizio mensa. In realtà le aziende attraverso il buono pasto desiderano ricorrere anche altri obiettivi: corrispondere una parte della retribuzione in buoni pasto, così da abbassare il costo del lavoro; creare un premio presenza. Infatti tu, come datore di lavoro, puoi riconoscere ai tuoi lavoratori un buono pasto al giorno, ovvero un valore economico massimo di 5,29 euro (dal 2020 4 euro, ma dopo lo vedremo meglio) per il buono pasto cartaceo e € 7,00 (dal 2020 8 euro) per i buoni pasto elettronici. Quindi puoi subito comprendere come questo corrisponda ad un bel vantaggio. Realizziamo un calcolo veloce con il mese di gennaio 2020, in cui ci sono 21 giorni lavorabili. Quindi € 4 (nuovo limite 2020) * 21= € 84 non imponibili dai ai … Leggi tutto I Buoni Pasto cambiano nel 2020: se non sai come usarli, rischi che siano imponibili!