Investiresti dei soldi nella tua azienda?

Una recente immagine di lavoratori in protesta, con uno striscione che recita “Dipendenti sottopagati = rischio per gli investitori”, ha acceso una riflessione questo fine settimana: investiresti in un’azienda dove i dipendenti sono così insoddisfatti da voler andare via? Immagina l’impatto che una politica retributiva inadeguata può avere su un’organizzazione. Un dipendente che si sente sottopagato non è soltanto una risorsa sprecata, ma rappresenta un rischio concreto di un possibile fallimento! Il trasferimento di competenze e know-how alla concorrenza. Quando

Continua a leggere

Per la tua azienda, il tuo primo obiettivo é Trattenere e Valorizzare chi è già nella tua azienda

riccardo-zanon-obiettivo-2024

Non ci sono più talenti sul mercato! Questo è un grido d’allarme che molti manager e imprenditori stanno lanciando nel 2024. Ma c’è una verità che spesso viene trascurata: i veri talenti possono già essere all’interno della tua azienda, e potrebbero decidere di andarsene domani mattina. Nel 2022, abbiamo assistito a un aumento significativo delle dimissioni, con oltre 1,6 milioni di persone che hanno lasciato il loro posto di lavoro nei primi nove mesi dell’anno, rappresentando un incremento del 22%

Continua a leggere

Aldi in Svizzera Aumenta il Salario Minimo a 5000 Euro: come difendersi da questo rischio per gli Imprenditori Italiani!

riccardo-zanon-aldi-retribuzione-svizzera-5000-dipendenti

Nel panorama europeo, l’annuncio di Aldi di aumentare il salario minimo dei suoi dipendenti a 5000 euro al mese ha fatto scalpore e dovrebbe preoccuparti, non poco! Questa mossa ha dimostrato l’impegno dell’azienda nella creazione di un ambiente di lavoro equo e sostenibile per i suoi collaboratori. Non solo! Aldi ha dimostrato che sa ascoltare i propri dipendenti, comprendendo cosa a loro fosse più caro. E per questo é intervenuta direttamente sul potere d’acquisto dei propri dipendenti. Ma cosa può

Continua a leggere

Come difenderti dai tuoi venditori? La lezione di Francesco

C’era una volta un imprenditore di nome Francesco, dotato di visione e determinazione, alla guida di un’azienda promettente. Si trovava di fronte a una sfida cruciale: costruire un reparto vendite efficiente e produttivo. Francesco sapeva che la chiave del successo non era soltanto nel prodotto, ma nel cuore pulsante dell’azienda: il suo team di venditori. Selezione Rigorosa: Il primo passo era la selezione. Francesco cercava professionisti non solo abili, ma anche in perfetta sintonia con la cultura aziendale. La selezione,

Continua a leggere

Vuoi risparmiare sul Costo del Lavoro? Ecco perché la Scelta del Contratto Collettivo “Più Economico” Non è la Soluzione!

riccardo-zanon-scelta-ccnl-economico

Oggi esploreremo un argomento delicato e di fondamentale importanza per ogni imprenditore e manager: la gestione delle politiche retributive in azienda alla luce delle recenti pronunce della Cassazione. Una sentenza della Cassazione (27711/2023) ha introdotto nuovi scenari nella determinazione dei minimi retributivi, permettendo al giudice di discostarsi, in determinate circostanze, dalle cifre stabilite dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro (CCNL). Il Rischio delle Scelte “Economiche” Potrebbe sembrare sensato, in un’ottica di contenimento dei costi, optare per il CCNL “più economico”.

Continua a leggere

Giovani laureati in fuga: la sveglia (e le soluzioni) per imprenditori e HR in Italia

riccardo-zanon-laureati-5000-estero-soluzioni-imprenditore-sereno-blog

Le recenti notizie evidenziano una tendenza preoccupante, ma non sorprendente: sempre più giovani laureati italiani non temono di dimettersi e cercano fortuna all’estero, attratti da salari più alti e percorsi di carriera più gratificanti. Un campanello d’allarme che non può e non deve essere ignorato dai leader aziendali e dagli HR responsabili. Il Suono del Pericolo Un recente articolo pubblicato su Il Mattino di Padova evidenzia una tendenza che dovrebbe mettere in allerta ogni imprenditore sensato. Stiamo assistendo a un

Continua a leggere

Perché le nostre aziende non trovano lavoratori e quelle all’estero invece li trovano?

riccardo-zanon-dipendenti-lavoro-estero-2

Caro imprenditore, Ti sei mai chiesto perché molti talenti del nostro Paese, menti brillanti e competenti, decidono di sviluppare la propria carriera all’estero invece che in Italia? La risposta potrebbe non piacerti, ma è essenziale affrontarla se vuoi crescere e competere su scala globale. Un recente articolo de Il Sole 24 Ore mostra un dato scomodo: tra il 2012 e il 2021, l’Italia ha perso ben 337.000 giovani, di cui 120.000 laureati. Sembra che un’intera città di menti brillanti abbia

Continua a leggere

Come funziona il bonus benzina da 200 euro?

bonus-carburante-riccardo-zanon

Il Bonus Carburante è un tema caldo, di quelli che piacciono e per cui spesso mi chiedete informazioni. E volentieri ci torno su questo argomento e l’occasione me la fornisce la Circolare 27/E dell’Agenzia delle Entrate che ci da qualche conferma su quanto ti avevo già spiegato in un mio articolo e video del mio canale di YouTube. Torno a spiegare di cosa si tratta. Il Governo Draghi al fine di contenere gli impatti economici dovuti all’aumento del prezzo dei

Continua a leggere

Come pagare il Lavoro Straordinario?

riccardo-zanon-come-pagare-lavoro-straordinario

Il Lavoro Straordinario è l’argomento che più viene dato per scontato dalle aziende. Pensano che sia sufficiente pagarlo in qualche modo e sia finita lì. In realtà questo è l’approccio sbagliato, poiché se non controlli il Lavoro Straordinario può far alzare e di molto il Costo del lavoro nella tua azienda. Oltre ad un aumento del costo del lavoro, un alto numero di ore di lavoro straordinario può rappresentare qualche problema organizzativo o di produttività aziendale. Spesso rischi di accorgertene

Continua a leggere

Il Superminimo compromette il futuro della tua azienda!

riccardo-zanon-superminimi-patto-stabilita

Gli Imprenditori mal consigliati utilizzano il superminimo per riconoscere qualcosa in più di retribuzione ai propri dipendenti. Eppure non sanno che così facendo, stanno segnando il futuro della propria azienda. È purtroppo tutto vero! E soprattutto ora che le aziende mostrano qualche segno di difficoltà. L’aumento del costo delle materie prime, l’aumento della bolletta energetica, l’inflazione al 6% (se va bene) sono tutti elementi che stanno creando difficoltà all’interno delle aziende. Aumentano i costi, il fatturato si abbassa e il

Continua a leggere