Investiresti dei soldi nella tua azienda?

Una recente immagine di lavoratori in protesta, con uno striscione che recita “Dipendenti sottopagati = rischio per gli investitori”, ha acceso una riflessione questo fine settimana: investiresti in un’azienda dove i dipendenti sono così insoddisfatti da voler andare via?

Immagina l’impatto che una politica retributiva inadeguata può avere su un’organizzazione. Un dipendente che si sente sottopagato non è soltanto una risorsa sprecata, ma rappresenta un rischio concreto di un possibile fallimento!

Il trasferimento di competenze e know-how alla concorrenza.

Quando le figure chiave, quelle essenziali per il funzionamento dell’azienda, decidono di partire, possono portare a uno stallo operativo.

La mancanza di motivazione e le disparità salariali possono sfociare in vertenze sindacali e azioni legali, incidendo negativamente sulle performance aziendali. Per non parlare dei danni economici!

La chiave non risiede solo nell’ammontare dello stipendio.

La questione fondamentale è come i dipendenti percepiscono la loro retribuzione e il loro valore all’interno dell’organizzazione. Una paga adeguata è essenziale, ma altrettanto importante è far sentire i dipendenti riconosciuti e parte integrante del successo aziendale.

I fringe benefit, come i buoni pasto, sono apprezzati, ma non possono sostituire una politica retributiva equa e trasparente. Questo include pacchetti salariali competitivi, opportunità di crescita professionale, un ambiente di lavoro stimolante e una comunicazione chiara e onesta sulle aspettative e le ricompense.

Spesso quando si fanno degli investimenti, si guarda al fatturato, al prodotto, ma troppo poco alle persone che compongono quell’azienda.

Invece investire in un’azienda implica valutare la sua politica retributiva e il modo in cui tratta i suoi dipendenti. Un’azienda che non solo offre salari equi ma fa sentire i suoi dipendenti parte integrante del suo successo è un’azienda che non solo attira ma anche mantiene talenti di alto livello.

Tu in quale azienda investiresti?

Ora pensa alla situazione in cui si trova la tua azienda e guardala come se fossi un osservatore esterno.

Ci investiresti dei soldi? Saresti sicuro di ricevere degli utili o rischieresti di trovarti con una perdita, o, peggio, un pugno di mosche in mano?

Ora sta a te capire cosa vuoi ottenere e se vuoi renderla una azienda in cui qualcuno, te compreso sarebbe contento di investirci dei soldi, oppure no.

Questo é quello che realizziamo all’interno di Dipendenti Felici, il Programma per incentivare i dipendenti senza ricorrere ai superminimi e offrire una retribuzione flessibile basata sull’andamento del mercato.

Il 2024 dovrebbe essere l’anno in cui la tua azienda parta da questo primo obiettivo su come trattenere e valorizzare i propri talenti interni.

I dati delle dimissioni e la “fuga dei cervelli” dovrebbero fungere da campanello d’allarme per qualsiasi azienda che desideri prosperare se non sopravvivere nel mercato.

Quindi, prima di cercare altrove, guarda all’interno della tua azienda e prima e scopri se i tuoi Dipendenti sono Felici di lavorare per te!

Se cerchi un professionista a cui affidarti per valutare la situazione della tua azienda, puoi richiedere il tuo Consulto Gratuito!

Un incontro con me o con uno dei miei professionisti pronti a rispondere alle tue domande!

Prenota ora il tuo Consulto Dipendenti Felici!

Sono Avvocato e Consulente del Lavoro: mi occupo di consigliare alle aziende come gestire al meglio le Risorse Umane. Credo che il Capitale Umano sia la vera risorsa che può fare la differenza per l'azienda che rende, produce e vuole perseguire traguardi di miglioramento e sviluppo. In quest'ottica cerco soluzioni ai problemi di Gestione del Personale, Costo del Lavoro, Contratti di Lavoro. La mia attività cerca di non basarsi su un pensiero standardizzato, ma si pone l'obiettivo di personalizzare le soluzioni. Cooperative e Welfare Aziendale sono due temi che mi appartengono e che fanno parte del mio know how.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.