riccardo_zanon_employer_branding_welfare

Employer Branding: cos’è e perché dovrebbe interessarti!

Torno nel mio blog dopo quasi un mese dell’ultimo articolo. Tra Veneto Welfare Day, Pasqua e ponti vari, ho ritenuto di mettere in pausa per qualche settimana le mie pubblicazioni.

Ti sono mancato, vero? 🙂

C’è un motivo in più per questa mia assenza: sto curando un progetto di cui vedrai i frutti a breve.

Sono convinto ti piacerà!

Torno con un tema che rientra nel Welfare Aziendale ovvero l’Employer Branding!

Andiamo con ordine: di cosa si tratta?

Si tratta dell’espressione con cui ci si riferisce alla reputazione che un’azienda si costruisce come datore di lavoro.

Con l’Employer Branding la tua azienda comunica all’esterno e quindi anche ai tuoi probabili o potenziali futuri collaboratori e/o dipendenti quali siano le caratteristiche che rendono unico come posto di lavoro la tua azienda.

Scopo dell’Employer Branding è di attrarre i candidati migliori, a parità di retribuzioni, a scegliere la tua azienda perché percepita come più prestigiosa, o affermata o con le migliori condizioni di lavoro.

Un altro aspetto molto importante di questa soluzione è che all’aumentare della “fama” della tua azienda come luogo di lavoro prestigioso, anche i tuoi attuali dipendenti saranno meno propensi a trovare un altro posto di lavoro. Con il rischio che possano passare alla concorrenza.

Secondo una ricerca effettuata da LinkedIn, il social network professionale per eccellenza, il 70% dei candidati non accetterebbe un’offerta di lavoro da una azienda con una cattiva reputazione.

Non è tutto qua. Infatti potrai trarre benefici di questa notorietà anche dai tuoi clienti o potenziali clienti.

E’ importante che tu conosca e cominci a pensare all’Employer Branding nella tua azienda perché in una fase storica come quella attuale dove le Risorse Umane della tua azienda sono sempre più importanti e in alcuni settori risulta difficile trovare personale specializzato, vincere la concorrenza nella selezione diventa importante.

E pure necessario se si vogliono contenere:

  1. i costi della selezione del personale;
  2. le pretese economiche dei candidati al momento della selezione.

Te ne parlo perché è possibile fare Employer Branding utilizzando il Welfare Aziendale!

In fondo, se nella tua azienda adotti prassi di Welfare Aziendale per il benessere dei tuoi dipendenti o per riconoscere il loro valore, non pensi possa risultare importante comunicarlo al fine di farsi riconoscere come azienda modello?

Hai mai notato che ci sono aziende che sui quotidiani pubblica la notizia che loro stanno facendo Welfare Aziendale a favore dei propri dipendenti?

Secondo te perché lo fanno?

Esatto! Stanno facendo Employer Branding con il Welfare Aziendale.

Tornerò su questo tema nelle prossime settimane perché è importante che ti comunichi anche questo aspetto, importante, del Welfare Aziendale.

Se vuoi conoscere e comprendere le opportunità del Welfare Aziendale per la tua realtà produttiva, sappi che se vuoi sono a disposizione se necessiti di chiarimenti o consigli e, se non sai proprio come fare, contattami o prenota un appuntamento ora e vediamo insieme cosa possiamo fare.


Sono Avvocato e Consulente del Lavoro: mi occupo di consigliare alle aziende come gestire al meglio le Risorse Umane. Credo che il Capitale Umano sia la vera risorsa che può fare la differenza per l'azienda che rende, produce e vuole perseguire traguardi di miglioramento e sviluppo. In quest'ottica cerco soluzioni ai problemi di Gestione del Personale, Costo del Lavoro, Contratti di Lavoro. La mia attività cerca di non basarsi su un pensiero standardizzato, ma si pone l'obiettivo di personalizzare le soluzioni. Cooperative e Welfare Aziendale sono due temi che mi appartengono e che fanno parte del mio know how.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: